Questo sito utilizza i cookie.

Il tuo browser accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Ski-alp-news

  1. Ultima giornata di gare a Valdidentro (So) valevoli per i Campionati Italiani Assoluti, con l’assegnazione dei titoli nella specialità vertical. Nella categoria seniores maschile il valtellinese Michele Boscacci e’ salito sul gradino più alto del podi. Il portacolori del Centro Sportivo Esercito ha tagliato il traguardo con il tempo rassicurante di 26’29”, grazie al quale ha preceduto di 14”2 l’altro rappresentante dell’Esercito Davide Magnini (impostosi nella categoria Espoir), terzo Federico Nicolini a 23”9. Fuori dal podio Nadir Maguet, Robert Antonioli, William Boffelli, Manfred Reichegger, Pietro Lanfranchi, Alex Oberbacher e Daniel Antonioli.

    Nella gara femminile la piemontese Katia Tomatis ha messo in fila la concorrenza con il tempo di 27’22”, battendo la veneta Alba De Silvestro (seconda a 10”) e la bresciana Bianca Balzarini (terza a 1’10”). Seguono Dimitra Theocharis, llaria Veronese, Corinna Ghirardi. Nelle dieci Charlotte Bonin, Giulia Compagnoni, Alessandra Cazzanelli e Marialucia Moraschinelli. Nella graduatoria Espoir maschile sono saliti sul podio con Magnini il valdostano Henri Aymonod e Daniele Carobbio, fra le donne De Silvestro, Veronese e Compagnoni.
  2. Meglio di così non poteva iniziare la stagione dello sci alpinismo. Dopo i due podi arrivati nella vertical race di venerdì con michele Boscacci e Alba De Silvestro, Nicolò Ernesto Canclini si è aggiudicato la sprint che si è svolta a Wanlong, in Cina. Si tratta del primo successo in Coppa del mondo (che vale anche per la categoria espoir) per il giovane valtellinese, inaspettata quanto meritata. Lo sprint si è svolto in condizioni climatiche proibitive, con freddo e vento a rendere difficile la vita degli atleti. Completano il podio nella prima gara di Coppa del mondo della storia disputata in Cina lo spagnolo Oriol Cadorna Coll e lo svizzero Iwan Arnold, mentre altri due italiani hanno concluso nella top ten: Michele Boscacci quinto e Davide Magnini nono. Più lontani Robert Antonioli e Nadir Maguet, rispettivamente dodicesimo e ventunesimo.

    Nello sprint femminile invece, a tagliare il traguardo prima di tutti è stata Laetitia Roux che anche in Cina si è confermata la regina indiscussa dello sci alpinismo. Battute la spagnola Claudia Cotrina e Marianne Fatton. Le azzurre in gara erano Alba De Silvestro settima, Katia Tomatis nona e Giulia Compagnoni tredicesima.

    Ordine di arrivo sprint maschile Wanlong (Chn):

    1 Ita CANCLINI, Nicolo ernesto
    2 Spa CARDONA COLL, Oriol
    3 SVI ARNOLD, Iwan
    4 Svi CORTHAY, Thomas
    5 Ita BOSCACCI, Michele
    6 Fra PERILLAT PESSEY, Joris
    7 Fra ANSELMET, Thibault
    8 And ARENY BERNABé, Xavi
    9 Ita MAGNINI, Davide
    10 Fra EQUY, Samuel

    12 Ita ANTONIOLI Robert
    21 Ita Maguet Nadir

    Ordine di arrivo sprint maschile Wanlong (Chn):
    1 Fra ROUX, Laetitia 
    2 Spa GALICIA COTRINA, Claudia 
    3 Svi FATTON, Marianne 
    4 Fra MILLOZ, Adèle 
    5 Spa GARCIA FARRES, Marta 
    6 Fra BONNEL, Lena 
    7 Ita DE SILVESTRO, Alba 
    8 Spa CASANOVAS CUAIRAN, Julia 
    9 Ita TOMATIS, Katia 
    10 Fra MOLLARET, Axelle 

    13 Ita COMPAGNONI, Giulia
  3. Comincia con un terzo posto la Coppa del mondo maschile della squadra italiana di sci alpinismo sull'inedita pista cinese di Wanlong che per la prima volta nella storia ospitava una tappa del massimo circuito. Il merito è del valtellinese dell'Esercito Michele Boscacci, vincitore della classifica generale due stagioni orsono, piazzatosi con ritardo di 28" nella vertical race alle spalle del vincitore tedesco Antone Palzer, il quale ha tagliato il traguardo con il tempo di 16'58", mentre al secondo posto ha concluso lo svizzero Werner Marti a 12". Al via era presente anche il detentore della cppa, Robert Antonioli, che ha terminato all'ottavo posto con un distacco di 48". Nella categoria espoir terzo posto di Davide Magnini e il ecimo di Nicolò Canclini

    Podio per l'Italia anche nella prova femminile con Alba De Silvestro, terza dietro alla francese Axelle Mollaret e alla spagnola Claudia Galicia Cotrina, brava anche Katia Tomatis piazzatasi quarta, mentre la graduatoria riservata alle espoir ha visto la vittoria di Alba De Silvestro e il settimo posto di Giulia Compagnoni. Sabato 16 dicembre seconda giornata di competizioni con la disputa delle sprint.

    Ordine d'arrivo vertical race maschile Wanlong (Chn):
    1 Ger     PALZER, Anton             00:16:58
    2 Svi     MARTI, Werner             00:17:10
    3 Ita    BOSCACCI, Michele     00:17:21
    4 Spa     CARDONA COLL, Oriol     00:17:26
    5 Svi    BONNET, Rémi             00:17:31
    6 Spa    ALCALDE SáNCHEZ, Antonio 00:17:34
    7 Fra     GACHET, Xavier              00:17:41
    8 Ita     ANTONIOLI, Robert     00:17:46
    9 Spa    PINSACH RUBIROLA, Marc     00:17:49
    10 Ita     MAGNINI, Davide     00:17:55

    27 Ita    CANCLINI, Nicolo Ernesto 00:19:41
        

    Ordine d'arrivo vertical race femminile Wanlong (Chn):
    1 Fra    MOLLARET, Axelle     00:21:02
    2 Spa    GALICIA COTRINA, Claudia 00:21:28
    3 Ita     DE SILVESTRO, Alba     00:21:32
    4 Ita     TOMATIS, Katia             00:21:34
    5 Spa     GARCIA FARRES, Marta     00:21:41
    6 Svi    FIECHTER, Jennifer     00:22:12
    7 Aut     HAUSER, Alexandra     00:22:33
    8 Fra     MILLOZ, Adèle             00:22:49
    9 Svi    FATTON, Marianne        00:23:03
    10 Rus    SOBOLEVA, Larisa     00:23:24

    13 Ita    COMPAGNONI, Giulia     00:24:46
  4. E' tutto pronto in Cina per l'esordio della Coppa del mondo di sci alpinismo, che affronta la trasferta orientale per la prima volta nella storia. Sarà la località Wanlong, nella provincia dei Hebei, ad ospitare venerdì 15 e sabato 16 dicembre una vertical race e una sprint che vedrà coinvolte due categorie. Fra gli seniores saranno in gara Robert Antonioli e Michele Boscacci, fra gli espoir toccherà a Nicolò Canclini, Davide Magnini, Giulia Compagnoni, Alba De Silvestro e Katia Tomatis, con Nadir Maguet riserva. Ricordiamo che l'Italia detiene la sfera di cristallo maschile con Antonioli, che nella passata staigone precedette Boscacci e Damiano Lenzi, mentre Giulia Murada e Davide Magnini si imposero fra gli juniores e Alba De silvestro e Federico Nicolini fra gli espoir. La stagione culminerà in febbraio con i Campionati Europei in programma sull'Etna dal 22 al 25 febbriao.
  5. Il Presidente Flavio Roda ha deliberato le formazioni dello sci alpinismo in vista della stagione 2017/18. Confermato il direttore tecnico Stefano Bendetti e il tecnico responsabile dei givoani Davide Canclini, sono complessivamente ventisei gli atleti presenti, inseriti in tre differenti gruppi. Ecco la lista completa:

    TECNICI
    Direttore Tecnico                              BENDETTI STEFANO     S.C. BRENTA TEAM A.D.
    Tecnico Responsabile Giovani     CANCLINI DAVIDE         S.C. ALTA VALTELLINA A.D.

    Squadra SENIOR MASCHILE
    1.    ANTONIOLI ROBERT                       23/12/1990   C.S. ESERCITO
    2.    BARAZZUOL FILIPPO                      09/03/1989   TEAM NUOVI TRAGUARDI A.S.D.
    3.    BOFFELLI WILLIAM                          16/02/1993   S.C. RONCOBELLO A.D.
    4.    BOSCACCI MICHELE                      04/01/1990   C.S. ESERCITO
    5.    EYDALLIN MATTEO                          06/11/1985   C.S. ESERCITO
    6.    LENZI DAMIANO                               14/08/1987   C.S. ESERCITO
    7.    MAGUET NADIR                               24/11/1993    C.S. ESERCITO
    8.    NICOLINI FEDERICO                      28/11/1994    S.C. BRENTA TEAM A.D.

    Squadra SENIOR FEMMINILE
    1.    NICOLINI ELENA                              21/02/1988   S.C. BRENTA TEAM A.D.
    2.    TOMATIS KATIA                                  23/02/1981   S.C. TRE RIFUGI C.A.I.  MOND.
    3.    VALMASSOI MARTINA                      26/07/1989   S.C. DOLOMITI SKI-ALP A.D.
                
    Squadra U23 ESPOIR MASCHILE
    1.    BACCA VALENTINO                         22/05/1995    S.C. BRENTA TEAM A.D.
    2.    CANCLINI NICOLO’ ERNESTO     26/01/1997    S.C. ALTA VALTELLINA A.D.
    3.    MAGNINI DAVIDE                              31/08/1997    C.S. ESERCITO

    Squadra U23 ESPOIR FEMMINILE
    1.    COMPAGNONI GIULIA                     28/10/1996      C.S. ESERCITO
    2.    DE SILVESTRO ALBA                      03/10/1995      C.S. ESERCITO
    3.    MARTINI MARA                                  27/09/1997      BACHMANN SPORT COLLEGE
    4.    VERONESE ILARIA                          15/11/1996      A.S.D. S.C. VALSANGONE

    Squadra JUNIOR MASCHILE
    1.    CONFORTOLA STEFANO               27/02/1998   S.C. ALTA VALTELLINA A.D.
    2.    GUICHARDAZ FABIEN                    23/09/1999    S.C. CORRADO GEX A.S.D.
    3.    GUICHARDZ SEBASTIEN              23/09/1999    S.C. CORRADO GEX A.S.D.
    4.    PRANDI ANDREA                            05/03/1998    S.C. ALTA VALTELLINA A.D.

    Squadra JUNIOR FEMMINILE
    1.    MURADA GIULIA                               03/07/1998      A.S.D. POLISPORTIVA ALBOSAGG.
    2.    PLONER MELANIE                          10/12/1998      BOGN DA NIA VAL DE FASHA ASD
  6. Continua il percorso olimpico delllo sci alpinismo, disciplina in grande crescita di partecipanti. La Federazione internazionale dello sci alpinismo (ISMF) comunica che lo sport delle pelli sarà disciplina ufficiale ai prossimi Giochi Olimpici giovanili di Losanna, nel 2020.
    La decisione è stata assunta dal board del Cio, che si è tenuto a Losanna lo scorso 9 luglio.
    La località prescelta per le gare di alpinismo sarà Villars sur Ollon, dove saranno disputate le gare Individuali, Sprint e Staffetta, con la partecipazione di 48 atleti di tutte le 31 federazioni che fanno parte dell'ISMF.
    La decisione del Cio segue di circa un anno il riconoscimento operato dallo stesso movimento olimpico internazionale dello sci alpinismo quale disciplina olimpica, in attesa ora di poter essere inserita nel novero delle discipline ufficiali in una delle prossime edizioni dei Giochi Olimpici.
  7. La ISMF (International Ski Mountaineering Federation) ha ufficializzato le date dela prossima stagione di Coppa del mondo, che prevede la disputa di dieci gare complessive fra Wanong (Cina), Villars (Svi), Andorra, Puy St. Vincent e Madonna Di Campiglio, divise fra tre prove sprint, tre vertical race e quattro individuali. Il calendario prevede anche i Campionati Europei sull'Etna del 22-24 febbraio 2018, mentre le tappe de "La Grande Course" (che anche quest'anno sarà un torneo a parte e non assegnerà punti per la coppa) sono quattro: Altitoy (Svi), Pierra Menta (Fra), Tour du Rutor (Val d'Aosta) e Patrouille des Glaciers (Svi).

    Di seguito tutte le date stagionali con le categorie che saranno al via delle gare:    

    COPPA DEL MONDO
    15/12/2017 - Wanlong (Chn) - Vertical senior, espoir
    16/12/2017 - Wanlong (Chn) - Sprint senior ed espoir
    20/01/2018 - Villars (Svi) - Sprint senior, espoir e junior
    21/01/2018 - Villars (Svi) - Individuale senior, espoir, junior
    27/01/2018 - Andorra (And) - Individuale senior, espoir, junior
    28/01/2018 - Andorra (And) - Vertical senior, espoir e junior
    08/02/2018 - Puy-Saint-Vincent (Fra) - Individuale senior, espoir, junior
    09/02/2018 - Puy-Saint-Vincent (Fra) - Vertical senior, espoir e junior
    07/04/2018 - Madonna di Campiglio WC (Ita) - Sprint senior, espoir e junior
    08/04/2018 - Madonna di Campiglio (Ita) - Individuale senior, espoir, junior

    CAMPIONATI EUROPEI
    Etna (Ita) - dal 22 al 24 febbraio 2018

    LA GRANDE COURSE
    Altitoy (Svi) - 3 e 4 marzo 2018
    Pierra Menta (Fra) - dal 14 al 17 marzo 2018
    Tour du Rutor (Val d'Aosta) - dal 23 al 25 marzo 2018
    Patrouille des Glaciers (Svi) - dal 20 al 22 aprile
  8. Un’emozione intensa e travolgente alla partenza alle prime luci dell’alba, con la fanfara dei bersaglieri e i fuochi d’artificio, ha dato la carica alle 298 cordate, da tre atleti ciascuna, della XXI edizione del Trofeo Mezzalama, prova finale 2017 del circuito La Grande Course. La leggendaria maratona dei ghiacciai da Breuil-Cervinia a Gressoney-La-Trinité attraverso la vetta del Castore e il naso del Lyskamm, è stata favorita da eccellenti condizioni meteo, come aveva annunciato Luca Mercalli durante il briefing tecnico.

    Intendiamoci, in quota gli atleti hanno dovuto misurarsi con un freddo intenso, acuito da raffiche di vento da Nord ai 50km/h che determinavano una temperatura percepita di venti sottozero. Inoltre la tempesta di vento dei giorni scorsi ha spazzato la poca neve lasciando affiorare il ghiaccio in molti tratti. «Malgrado ciò è stata una gara fluida e regolare -  dichiara la guida Adriano Favre, l’artefice del moderno Mezzalama alla sua undicesima edizione - anche sulla cresta del Castore, il tratto oggi più temuto, non ci sono stati rallentamenti. Merito anche della maturità e della tecnica raggiunta dagli atleti».

    Due cordate si sono contese la gara dall’inizio alla fine: gli alpini del Centro Sportivo Esercito Eydallin, Lenzi e Boscacci e il fortissimo team ispano-elvetico di Burgada, Marti, Anthamaten. Questi ultimi, partiti con un ritmo forsennato verso il Colle del Teodulo, hanno sempre fatto l’andatura trascinati da uno scatenato Kilian, passando primi sul Castore, la “cima Coppi” del Mezzalama a 4226 metri di quota, e sul Naso del Lyskamm.

    Gli alpini hanno tallonato accortamente i battistrada fino all’inizio della lunga discesa sul ghiacciaio del Lys e, passati in testa, con una volata fulminate dopo il Rifugio Mantova, nel vertiginoso imbuto del Canalino dell’Aquila hanno strappato un vantaggio di oltre due minuti al traguardo di Gressoney-La-Trinité. Il valsusino Matteo Eydallin è così alla sua quarta vittoria, l’ossolano Damiano Lenzi è la terza e il valtellinese Michele Boscacci è la seconda. Una tale vendemmia procura alla squadra degli alpini un ulteriore successo: con questa terza vittoria, dopo quelle del 2013 e 2015 il team dei militari si aggiudica ancora una volta, la terza assoluta! nella storia del Mezzalama, il prestigioso trofeo. Avevano già vinto gli alpini anche nel 1937 e nel 2009.

    In campo femminile la squadra del Centro Sportivo Esercito formata da Alba De Silvestro, Katia Tomatis e dalla francese Axelle Mollaret pur avendo condotto in testa fino al Naso del Lyskamm si sono fatte soffiare il successo lungo la discesa dalle agguerrite rivali Jennifer Fiechter, Emelie Forsberg, Laetitia Roux. Sul terzo gradino del podio sale il team formato da Annie e Katrin Bieler e Dimitra Theocaris.

    Anche il successo di questa XXI edizione, indubbiamente favorito dal sole sfavillante, è merito della perfetta organizzazione della Fondazione Trofeo Mezzalama presieduta dal gressonaro Luca Bieler. Per garantire la sicurezza di novecento scialpinisti sui ghiacciai del Monte Rosa, come di consueto ha lavorato lungo l’impegnativo tracciato in alta quota un nutrito staff di oltre 150 addetti, guide alpine, uomini del Soccorso Alpino, Carabinieri, Polizia, Forestali Regionali, Guardia di Finanza, medici, e cronometristi, senza contare i tantissimi volontari che operando dietro le quinte e rendono possibile questa gara unica al mondo.
     
    Classifica maschile
    1. C.S.Esercito -  Damiano Lenzi (IT) - Michele Boscacci (IT) - Matteo Eydallin (IT): 04:18:50
    2. Kilian Jornet Burgada (ES) - Werner Marti (CH) - Martin Anthamatten (CH): 04:21:08
    3. Ski Trab - Camp - William Boffelli (IT) - Pietro Lanfranchi (IT) - Jakob Herrmann (AT): 04:31:23
    4. C.S.Esercito - Nadir Maguet (IT) - Manfred Reichegger (IT) - Robert Antonioli (IT): 04:50:11
    5. Team Movement - Valentin Favre (FR) - Filippo Barazzuol (IT) - Alexis Sévennec (FR): 05:00:50

    Classifica femminile
    1. Jennifer Fiechter (CH) - Emelie Forsberg (SE) - Laetitia Roux (FR): 05:37:49
    2. C.S. Esercito - Katia Tomatis (IT) - Alba De Silvestro (IT) - Axelle Mollaret (FR) - 05:40:01
    3. Bielerine Dimitrulla Team - Annie Bieler (IT) - Katrin Bieler (IT) - Dimitra Maria Theocharis (IT) - 06:51:47
  9. L’adrenalina in vista della partenza della XXI edizione della Maratona dei Ghiacciai inizia a farsi sentire, le 300 squadre iscritte stanno rifinendo la preparazione, mentre lo staff di guide diretto da Adriano Favre sta lavorando sul tracciato in quota per rendere straordinaria la cavalcata tra Breuil-Cervinia e Gressoney attraverso il Monte Rosa.

    Il Trofeo Mezzalama, ultima prova stagionale del Circuito La Grande Course, è saldamente legato alla propria storia ed è molto attento agli avvenimenti che in ventuno edizioni hanno caratterizzato i territori che la ospitano. Nella passata edizione, volendo rendere omaggio ai 150 anni della conquista del Cervino, la maratona dei Ghiacciai invertì il suo senso di svolgimento, arrivando a Breuil-Cervinia proprio all’ombra della Gran Becca. Il 22 aprile invece, si ricorderanno i 100 anni della Grande Guerra, con la Fanfara dei Bersaglieri della Val d’Ossola che accompagneranno lungo la via pedonale di Cervinia i 900 mezzalamisti.

    Oltre a seguire la storia, il Trofeo Mezzalama è sempre stato al passo con i tempi dimostrando di essere una competizione moderna e dinamica. L’inserimento della gara riservata alle categorie giovanili (cadetti e junior) che si svolgerà venerdì 21 aprile  e la diretta streaming che seguirà tutte le fasi di gara, sono degli esempi che rendono la Maratona dei Ghiacciai unica nel suo genere.

    Grazie allo straordinario successo della passata edizione, con oltre 53.000 persone collegate da più di 100 diversi Paesi, il Trofeo Mezzalama sarà nuovamente trasmesso in diretta streaming sui canali ufficiali della Maratona dei ghiacciai (il sito www.trofeomezzalama.it, il canale YouTube https://www.youtube.com/channel/UCqwsWzTaffDZgYilUGfhlkg e la pagina Facebook https://www.facebook.com/TrofeoMezzalama/) e su una quindicina di siti web specializzati in sport di montagna, e outdoor che con entusiasmo hanno accolto la proposta di ospitare la diretta web della XXI edizione del Trofeo.

    Il racconto inizierà il 22 aprile alle 8.30 del mattino con il commento di Silvano Gadin, telecronista di Eurosport e voce ufficiale del Trofeo Mezzalama dal 2005.  Silvano sarà collegato dal traguardo di Gressoney La Trinité, al suo fianco si alterneranno Stefania Belmondo (2 ori olimpici e 4 titoli di campionessa del mondo nello sci di fondo), Arianna Follis (campionessa mondiale e bronzo olimpico nello sci di fondo e vincitrice di 2 edizioni del Trofeo Mezzalama) e Bruno Brunod (due volte campione del mondo di skyrunning).

    Durante la cronaca verranno proposti i momenti chiave della gara (partenza, arrivo al primo cancello, sorpassi e recuperi) e diverse interviste fatte ai protagonisti prima del via. Gadin potrà anche collegarsi con la telecamera fissa posta al rifugio Quintino Sella dove ci saranno Francesco De Fabiani (vincitore nella stagione 2014/15 e 2015/16 della classifica di Coppa del Mondo sci di fondo under 23) e Paolo Riva (tecnico della squadra italiana di sci di fondo), pronti con aggiornamenti curati e coordinati dal giornalista Maurizio Torri.
    Marco Camandona, guida alpina valdostana e amico da sempre del Trofeo Mezzalama, sarà il “jolly” della diretta: collegato telefonicamente si sposterà lungo il percorso per raccontare live le fatiche dei concorrenti.
    La diretta streaming terminerà con l’arrivo delle prime squadre femminili previsto intorno alle 11.30.
  10. Robert Antonioli vince la sua prima Coppa del mondo in carriera. È' il responso della vertical race maschile di Val d'Aran che ha chiuso la stagione dello sci alpinismo, in cui il valtellinese ha conquistato il quinto posto che gli ha permesso di salire sul gradino più alto del podio nella graduatoria conclusiva. La vittoria giornata e' andata ancora all'Italia con Damiano Lenzi che ha tagliato il traguardo in26’50”, conquistando a sua volta il successo nella classifica di specialita'. Seconda piazza per lo svizzero Martin Anthamatten a 13”, terzo l'altro valtellinese Michele Boscacci a 27" che gli vale il secondo posto nella generale, mentre Lenzi e' terzo e completa la supremazia della squadra diretta da Stefano Bendetti. Nella prova femminile altro podio per Katia Tomatis, terza dietro Axelle Mollaret e Victoria Kreuzer che le vale il quarto posto nella generale.

    Molto bene sono andati anche i giovani azzurri: Federico Nicolini, settimo nella sprint maschile, si e' aggiudicato la generale, così come Alba De Silvestro fra le donne davanti a Giulia Compagnoni. Negli juniores trionfi di Davide Magnini e Giulia Murada che valgono loro la vittoria nella generale, con Mara Martini seconda nella femminile.